L’amministratore delegato di FS Italiane, Gianfranco Battisti, ha incontrato e si è confrontato con 25 giovani ferrovieri laureati, appartenenti a varie famiglie professionali, in rappresentanza di altri 8.870 entrati da poco a far parte dell’organico del Gruppo. Di questi circa la metà sono donne, perché inclusione e valorizzazione della diversità sono tra i principi cardine di FS. Proprio Battisti è ambasciatore europeo per la diversità, nominato dalla Commissaria Europea ai Trasporti Violeta Bulc. 

 

Un hasthag come titolo dell’incontro: #lePersoneEilFare. Un contenitore, Railpost.it per raccontare ma, ancor più, per costruire un terreno dove condividere esperienze, aspirazioni, progetti e risultati concreti. Con un passaggio chiave, dallo story telling, che punta a imbonire e a vendere, allo story doing che vede protagonista chi fa, proponendolo come narratore del suo stesso fare.  

Gianfranco Battisti ha ascoltato, interloquito, condiviso obiettivi, consigli, suggestioni. Ha parlato di discontinuità, approccio sistemico e pensiero laterale, ma soprattutto di passione, per non accontentarsi mai di come le cose sono, impegnandosi invece a farle diventare come vorremmo che fossero. Ha raccontato del Piano Industriale oggetto in queste settimane di un’attenta riformulazione a fronte dei profondi mutamenti di scenario indotti dalla pandemia; dei traguardi raggiunti e degli obiettivi futuri; dell’esigenza di far sì che sempre più il Gruppo FS crei valore condiviso e ponga le condizioni di sviluppo laddove ve n’è più bisogno, aiutando così a sostenere il PIL e l’occupazione di vaste e importanti aree del Paese. 

Soprattutto con nuove infrastrutture e il potenziamento e la manutenzione delle attuali, per renderle resilienti ai fenomeni idrogeologici prodotti dai cambiamenti climatici. Fedele a quella linea tracciata fin dal suo insediamento, quando ha chiesto di porre le persone, dipendenti, clienti e stakeholders, al centro di ogni attenzione, l’incontro ha messo al centro loro, i giovani. Due ore insieme, nell’auditorium di Villa Patrizi, nella sede storica del Gruppo FS a Roma, durante le quali ognuno ha proposto una parola chiave, per progettare il futuro dell’azienda: #Innovazione, #OsmosiDelleIdee, #Integrazione, #Sostenibilità, #ContinuousAuditing e #LavoroDiSquadra. Perché si vince tutti insieme. Come ha ricordato Battisti. Partendo dalle persone, dalle donne, dalla ricchezza di esperienze e valori diversi, e dai giovani, i veri motori del cambiamento, per innovare il modello di business e costruire il Paese del futuro.