L’incontro con l’inventrice dei cammini, Angela Seracchioli, avviene in Molise, a Sant’Angelo in Grotte: un paesino a 1.000 metri di altezza che si affaccia come un balcone sulla Valle del Sannio, in provincia di Isernia, dove lei si sente a casa. «Sono nata a Bologna nel 1951, ho vissuto girando l’Italia e la Gran Bretagna, passando dalle matite dei miei disegni alle pentole, come cuoca vegetariana».

 

Camminatrice fin da piccola grazie a una famiglia amante quanto lei delle Dolomiti, Angela è approdata ufficialmente in questo mondo a 50 anni suonati, dopo aver percorso le montagne himalayane di Nepal e Tibet. «Tutto è cominciato quando sono partita in solitaria nel 2002 per il Cammino di Santiago», ricorda. «È lì che, in un momento di grande difficoltà, ebbi l’impressione che Francesco d’Assisi camminasse al mio fianco. Per me quest’uomo inquieto e medievale, eppure così moderno, è sempre stato un maestro di vita».

 

Per ringraziarlo, Angela decide di percorrere un cammino sui suoi passi, che attraversasse i luoghi della sua vita seguendo le Fonti Francescane, le prime biografi e sulla vita del Santo. «Era la primavera del 2003 e allora in Italia esisteva solo la storica Via Francigena, che però faceva fatica a decollare. Chi voleva cimentarsi in un cammino andava in Spagna». Fu per caso o, come dice la Seracchioli, per “Dio-incidenza”, che incontrò Miriam Giovanzana della casa editrice Terre di Mezzo, la quale, fino ad allora, aveva pubblicato solo la guida del Cammino di Santiago, dopo aver percorso anche lei in solitaria quella tratta. 

La via Francigena - Foto di AEVF

«Nacque così la scommessa di trasformare il mio tragitto personale in un itinerario ufficiale: 365 km in 18 tappe, da La Verna (AR) a Poggio Bustone, in provincia di Rieti». Un viaggio a piedi di una bellezza mozzafiato, che la Seracchioli battezzò con il libro Di qui passò Francesco. «Dalla prima edizione pubblicata nel 2004 siamo arrivati a sette in italiano, quattro in tedesco, due in inglese, una in portoghese e una in ungherese».

 

In pochi anni, Terre di Mezzo è divenuta leader mondiale per le guide sui cammini con una quarantina di titoli, grazie all’intuizione di Miriam e al coraggio di Angela, che prima di chiunque altro ha battuto palmo a palmo sentieri e ostelli, case, b&b e agriturismi sperduti in boschi e paesini di una meravigliosa Italia minore.

 

Dopo lo straordinario successo del primo cammino, Angela si spinse verso la Grotta dell’Arcangelo Michele a Monte Sant’Angelo, in Gargano: così, nel 2011, vide la luce la sua seconda guida, Con le ali ai piedi: 25 tappe e oltre 500 km, attraversando Lazio, Abruzzo, Molise e Puglia. «Strano pensare che sia capitata a me l’avventura di tracciare 900 km di viaggio a piedi. Avevo 54 anni all’uscita della prima guida e 59 alla seconda, non ho un fisico da atleta, eppure resterà questa traccia di me anche quando non ci sarò più». 

 

8.658 KM DI CAMMINI ITALIANI NEI LIBRI DI TERRE DI MEZZO

La Via Romea Germanica - 1022 km | Trentino, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Lazio

La Via Francigena - 1004 km | Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio

La Via Francigena del Sud - 800 km | Lazio, Campania, Puglia

Con le ali ai piedi - 500 km | Lazio, Abruzzo, Molise e Puglia

Il Cammino di Sant’Antonio - 458 km | Veneto, Emilia Romagna, Toscana

La Via di Francesco - 450 km | Toscana, Umbria e Lazio Italia Coast to Coast - 420 km | Marche, Umbria, Lazio, Toscana

Il Cammino Minerario di Santa Barbara - 400 km | Sardegna

Da Palermo a Messina per le montagne - 370 km | Sicilia

Di qui passò Francesco - 363 km | Toscana, Umbria e Lazio

Il Cammino di San Benedetto - 305 km | Umbria e Lazio La Via della Costa - 300 km | Liguria

Il Cammino nelle Terre Mutate - 257 km | Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo

La Via degli Abati e del Volto Santo - 344 km | Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana

La Magna Via Francigena - 184 km | Sicilia

Il Cammino Materano - 165 km | Puglia e Basilicata

La Via Lauretana - 150 km | Marche e Umbria

La Via degli Dei - 121 km | Emilia-Romagna e Toscana

Il Cammino di Oropa - 100 km | Piemonte e Valle d’Aosta

Il Trekking del Lupo - 75 km | Valle d’Aosta

 

Cammino Con le ali ai piedi - Foto di Paula

SPECIAL WALKERS

Francesca Pratesi, 81 anni, milanese, ha iniziato a fare la pellegrina in solitaria all’età di 70 anni. Ha da poco terminato entrambi gli itinerari di Angela Seracchioli, oltre ad averne portati a termine molti altri.

Vienna Cammarota, 70 anni da Felitto (SA), ha compiuto a piedi il Grand Tour di Goethe in cinque mesi. Ad aprile 2020 comincerà il suo Cammino della Seta: 10mila km da Venezia a Pechino in due anni.
Roberta Cortella, regista, da oltre dieci anni si occupa di cammini come strumento di reinserimento sociale per giovani detenuti. Ha organizzato e diretto la docu-serie Boez - Andiamo Via, trasmessa con grande successo in prima serata su Rai3.
Sara Zanni, 35 anni, archeologa milanese, nel 2014 arriva a Finisterre, in Spagna, da Milano, nel 2017 cammina da Aquileia a Belgrado. Ha compiuto anche il Cammino per Gerusalemme, fondato il sito 100daysontheway.com e il gruppo Facebook Cammino di Santiago…il ritorno, con 16mila iscritti.

Samantha Cesaretti, 40 anni, di Lucca, ha camminato nel 2018 dalla sua città fino a Santiago. Si occupa di accessibilità dei cammini, in particolare sulla Francigena, pubblicando sull’argomento il libro Passi di felicità e creando l’organizzazione di volontariato Sentieri di felicità.
Cristina Menghini, milanese, 43 anni, cammina più di tutte: otto mesi all’anno da 12 anni, superando fino a oggi i 30mila km a piedi.
Elisa Peruzzi, 35 anni, da Milano, nel 2019 ha percorso 2.900 km in solitaria, da Desenzano del Garda a Santiago. Quest’anno farà la Via Francigena dalla Valle d’Aosta alla Puglia per promuovere il suo progetto Teatro in cammino, recitando un monologo in ogni tappa.

 

RETE NAZIONALE DONNE IN CAMMINO

Ilaria Canali, romana 48 anni, l’8 marzo 2019 crea la Rete Nazionale Donne in Cammino, contagiando in meno di un anno oltre 50mila marciatrici. Ogni giovedì su Radio Francigena, l’emittente ufficiale dei cammini, intervista donne con questa passione.

 

PRIMATO AL FEMMINILE

Nel 2019 a Santiago si è raggiunto il record di 347.578 pellegrini e, per la prima volta nella storia, le donne hanno superato gli uomini con il 51,15% (177.891 in totale), contro il 48,85% maschile.

 

A PIEDI PER L'8 MARZO

Barbara Cassioli, 33 anni, bolognese, e Valentina Costi, 35 anni di Modena, dall’8 al 31 marzo percorrono la Francigena da Lucca a Roma indossando un vestito da sposa: un cammino speciale intitolato Libera come una donna.

 

ITINERARI PER TUTTI

Chi non può permettersi il costo di un viaggio a piedi può chiedere sostegno ai Passi Sospesi, l’iniziativa solidale dell’associazione Compagnia dei Cammini che consente di regalare parte di un percorso a chi non può sostenerlo per intero.

 

L’associazione Free Wheels si occupa di rendere accessibili a tutti i cammini in Italia e in Spagna. Come? Organizzando seminari informativi, mappando percorsi con indicazioni di accessibilità, fornendo gli strumenti necessari per vivere queste esperienze e accompagnando le persone lungo questi itinerari. 

Articoli correlati