"Mille papaveri rossi". È questo il titolo dell’opera di street art inaugurata oggi, 2 giugno, sul muro che affaccia sul piazzale della stazione ferroviaria di San Giovanni in Persiceto (BO). Realizzata dall’artista di fama internazionale Alice Pasquini, alias Alicè, è un omaggio alle donne della Resistenza, partigiane e non solo.

Un progetto del comune di Persiceto e della sezione locale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI), con il sostegno di Coop Alleanza 3.0, nell’ambito delle iniziative organizzate dal comune per celebrare il 75esimo compleanno della Repubblica italiana e tutte le resistenti che con il loro sacrificio la fecero nascere.

Staffette in bicicletta, braccianti agricole col cappello di paglia, operaie in tuta da lavoro: è così che le ritrae Alicè, la cui ricerca artistica è da sempre dedicata alle donne, e a tutte loro (e a tante altre) dedica quest’opera, ricordando come il contributo femminile ha portato a rifiorire – come rossi papaveri – e a conquistare democrazia e libertà.

Collocato in uno spazio urbano, crocevia di persone che per studio, lavoro e turismo attraversano il piazzale recentemente riqualificato, il murales di Alicè sarà il biglietto da visita della cittadina di San Giovanni in Persiceto e raggiungerà l’ampio pubblico di appassionati della Ciclovia del Sole che transiteranno da qui.

Al termine dell’inaugurazione dell’opera di Alicè, dal piazzale della stazione ferroviaria è partita un’escursione in bicicletta per visitare i luoghi delle staffette partigiane locali, a cura di Fiab Terre d’Acqua e Circolo Arci Akkatà.